Denaro, neuromagia e “trappole” della mente

Quando la magia "svela" il nostro rapporto con il denaro

Denaro, neuromagia e “trappole” della mente

di Mattia Schieppati – 7 Novembre 2019

La seconda giornata del Salone dei Pagamenti si apre con una conferenza-spettacolo che unisce neuromagia a profonde riflessioni sul significato dei soldi. Oltre 350 ragazzi delle scuole partecipano a una vivace sessione, tra trucchi d’illusionismo e ragionamenti su quanta consapevolezza ci sia in ogni atto di pagamento Il denaro è qualcosa di vero o è un’illusione? Quello che sappiamo sul denaro, quello che facciamo con il denaro – o quello che ci fanno fare – è qualcosa che sta nel nostro cervello, o è qualcosa che qualcuno ha messo nel nostro cervello? Domande forse da porre e da porsi nello studio ovattato di uno psicanalista, anziché nell’immensa sala Silver del MiCo di Milano. E invece è qui che si apre la seconda giornata del 7 novembre del Salone dei Pagamenti, con domande particolari, un allestimento particolare – sul palco divanetto, poltrona tavolino, come nello studio di uno psicoanalista appunto – e soprattutto un pubblico particolare: oltre 350 ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado, insieme ai loro professori.

Continua a leggere l’articolo su Bancaforte

(ph A. Cimma)

Tags: , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *